Giovedì, 19 Apr 2018
 
 
VERBALE INCONTRO CON I RESIDENTI PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Paolo Bouquet   
Giovedì 01 Aprile 2010 21:05

 

Il giorno 15 marzo 2010 alle ore 20,30 presso la Casa Parrocchiale si è svolto un incontro pubblico promosso dal Comitato di Sobborgo di Villamontagna. Erano presenti circa 70 persone.
 
VERBALE INCONTRO PUBBLICO CON I RESIDENTI DI VILLAMONTAGNA

CASA PARROCCHIALE -  15 MARZO 2010 - ORE 20.30

Il Coordinatore Paolo Bouquet introduce la serata spiegando i motivi e tutto il percorso della nascita del Comitato, che ha mosso i primi passi circa un anno prima, in seguito alla delusione per la mancata realizzazione della Chiesa nuova per la parrocchia di Villamontagna. Il Comitato si è costituito ufficialmente il 27/1/2009 dotandosi di uno statuto, è composto dai rappresentanti di tutte le associazioni di Villamontagna, è libero, indipendente, apartitico, senza scopo di lucro. Lo scopo principale è il coinvolgimento della popolazione per individuare una serie di priorità per lo sviluppo armonico di Villamontagna, sostenere i progetti in collaborazione di enti e istituzioni preposte ,per rispondere in tempi brevi alle esigenze della comunità. Il comitato si è dotato di un sito e come passaggio importante ha distribuito a 350 famiglie del sobborgo un questionario dove si doveva indicare le priorità, i bisogni e le proposte per migliorare la vita nel sobborgo.I questionari sono ritornati in numero di 110 e quindi è stata stilata una scala delle priorità che vede in testa i parcheggi, a seguire Banda larga, spazi ludici e sportivi, nuovi ambulatori,nuova chiesa, scuola materna più grande, sala polifunzionale, asilo nido.

Per arrivare a questi passaggi è necessario una strategia che non ragioni su singole esigenze, ma immagini un progetto complessivo di ampio respiro, focalizzarsi quindi sulle esigenze collettive, che faccia proposte che corrispondano allo sviluppo futuro della comunità. E’ necessario introdurre nuove concezioni nell’approccio per affrontare i nostri bisogni e quindi una concezione innovativa è rappresentata dal Partenariato Pubblico Privato (PPP), nasce un esigenza all’interno di una comunità, si organizza e propone una soluzione del bisogno in cui il privato si assume parte degli oneri e rischi, attraverso la stipula di una convenzione con il Comune per le opere di pubblica utilità. Il vantaggio è rappresentato dalla partecipazione della comunità alla progettazione, i tempi brevi, costi minori per la Pubblica Amministrazione che può contribuire anche con compensazione urbanistica (L.P. n. 4 3/3/2010). Un esempio per tutti è il progetto Bolognina Est.

In concreto per Villamontagna esiste un’area destinata a opere pubbliche, vi è un privato interessato a sostenere un progetto, la zona ha già la destinazione urbanistica appropriata, permetterebbe sviluppi futuri, è ben servita e facilmente accessibile, il progetto è poco impattante. I vantaggi per l’amministrazione comunale:farebbero qualcosa di gradito alla popolazione, la quale non subisce il progetto ma partecipa attivamente, si riducono tempi e costi. Il ruolo del Comitato è promuovere l’approccio partecipato, spetta al Comune decidere come procedere, ma spetta alla comunità fare proposte.

A questo punto il Coordinatore passa la parola all’Ing. Zanella che conclude con alcune precisazioni tutta l’introduzione.

Segue il dibattito.

Clemente Pedrotti, Consigliere Comunale: Si dice soddisfatto per la nascita del Comitato e precisa che in sede di discussione del bilancio comunale ha fatto presente le problematiche del sobborgo, annuncia lo stanziamento da parte del Comune di 30.000 euro per lo studio di fattibilità dei parcheggi a Villamontagna.

Armando Bernardini: fa presente il problema parcheggio e la mancaza di banda larga, suggerisce di quantificare attraverso numeri precisi le esigenze, si rende disponibile a discutere per un eventuale progetto sul proprio fondo.Chiede se esistono sviluppi per quanto riguarda la banda larga. Risposta del Coordinatore: esiste una possibilità attraverso un gestore FUTUR 3 per la copertura di una zona limitata, siamo in contatto per ulteriori sviluppi.

Angelo Besana: Per la banda larga esiste la possibilità di istallare un’antenna dalla Panarotta. E’ favorevole alla proposta PPP e chiede i tempi di realizzazione.

Luigino Longo: fa presente che vicino all’area individuata per il progetto , esiste una particella coltivata a vigneto di sua proprietà e non intende cederlo se non con un esproprio comunale.

Piergiorgio Fracchetti, Consigliere Comunale: fa presente che in Giunta si è parlato delle problematiche di Villamontagna, i consiglieri comunali della zona hanno sollevato i problemi del sobborgo, si deve far attenzione a non illudere la popolazione perché questi iter non sono così semplici.

Francesco Crepaz, Consigliere Circoscrizionale: si dice contento e soddisfatto per il metodo di lavoro nuovo ed innovativo che vede la partecipazione della gente e quindi la possibilità di non commettere errori nella scelta dell’investimenti pubblici.

Giorgio Eccli: è utile attingere da varie esperienze e se necessario farsi accompagnare nello studio e progettazione dall’Università.

Armando Bernardini: si rende disponibile a cedere il terreno per la continuità del parcheggio esistente sotto la piazza.

Mauro Braga: Tutto molto bello, ma è scettico sulla realizzazione. Fa presente l’esistenza di un terreno di sua moglie nella parte alta del sobborgo, si può discutere.

Nerio Pedrotti, presidente compagnia filodrammatica Argento Vivo, costretta a spostarsi per lavorare in mancanza di una sala polifunzionale.

Armando Stefani, Presidente Circoscrizione Argentario: è soddisfatto per il nuovo metodo di lavoro ed elogia chi sta trainando queste iniziative, è un modo nuovo per evitare errori grossolani nelle scelte e permette all’Amministrazione di capire le esigenze e le soluzioni in maniera corretta, le risorse e le idee diventano sintesi nel lavoro del Comitato, utile all’amministratore perché rappresentano un percorso, è importante capire se questa ipotesi dell’area individuata è quella voluta e quindi si deve scartare per esempio il ragionamento sulla ex scuola di Villamontagna, immobile con possibilità di alienazione.

Maria Antonia Pedrotti: l’ipotesi di alienare la ex scuola mi rattrista., rappresenta un patrimonio affettivo per parte della popolazione, propongo un gruppo di lavoro che portino avanti queste idee del Comitato.

Zeni : è un progetto ad ampio raggio e l’area individuata resta la strada attualmente perrseguibile, anche se una volta fatti i parcheggi resta ben poco.

Maurizio Girardi: esiste la possibilità di individuare dei parcheggi pertinenziali.

Fabio Armellini,Consigliere Comunale: non bisogna focalizzarsi su un progetto unico, esistono altri terreni da individuare per altrettanti progetti, la sostanza è che non ci sono risorse, è necessario realizzare in tempi brevi quello che è più urgente, fare un progetto di pianificazione per dare una vita vivibile ai cittadini di Villamontagna.

Finito il giro di interventi il Coordinatore precisa che, nonostante pareri diversi, esiste una certa convergenza su due priorità assolute: parcheggi ed un Centro civico. Istituire un gruppo di lavoro è il primo passo, a seguire stabilire contatti con la Circoscrizione ed il Comune, individuare e quantificare le esigenze reali, fare in modo di portare avanti concretamente lo stanziamento dei 30.000 euro.

Andare avanti uniti ma non divisi.

L’incontro si chiude alle ore 22.45.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Aprile 2010 21:09